Florida, ex studente espulso fa strage a scuola con un fucile semiautomatico. “Era ossessionato da una ragazza”
Promo    

Almeno diciassette morti. Quindici feriti. L’ennesima strage americana si consuma in una scuola a circa un’ora a nord di Miami, in Florida. La Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland. Un ragazzo – più tardi identificato come Nikolas Cruz, 19 anni – ha cominciato a sparare fuori della scuola intorno alle 14.40, poco prima della fine delle lezioni. Quindi è entrato nell’edificio scolastico e si è fatto largo tra i corridoi, continuando a sparare e a colpire studenti e professori. Il giovane conosceva bene la scuola, essendo un ex studente che era stato espulso. E’ stato arrestato a Coral Springs, una città vicina, dopo una fuga durata un’ora.

Molti dei ragazzi hanno ripreso con i loro cellulari la strage e i video hanno cominciato a circolare quasi subito. In uno di questi si sente un ragazzo esclamare: “Oh mio Dio, oh mio Dio”, mentre più di quaranta colpi vengono sparati intorno a lui. Sembra che il responsabile della strage abbia fatto scattare l’allarme antincendio, in modo da far uscire gli studenti dalle aule e aumentare il numero delle vittime. L’allarme era però suonato un’altra volta, poco prima, e alcuni hanno pensato si trattasse di un falso allarme.

 » FONTE: Il Fatto Quotidiano – Leggi tutto >>