Andate a votare, il 4 marzo rischia di esserci un referendum sul ‘fascio-leghismo’
Promo    

Si può ancora evitare la vittoria della destra alle elezioni italiane. Direi quasi che dipende dai fuorisede. Se noi non candidati, se noi che non ci riconosciamo nell’offerta politica, se noi che siamo stati con le manifestazioni antirazziste di questi o altri giorni, se noi “scendiamo in campo” possiamo provocare quella partecipazione in più che evita all’alleanza Forza Italia-Lega-Fratelli d’Italia la maggioranza assoluta dei seggi.

La situazione è profondamente cambiata da come sembrava fino a fine anno. Molti non l’hanno ancora capito, e continuano a pensare che “tanto non cambia niente” o che ci sia il pericolo “grillino” o viceversa quello “renziano“. No, siamo entrati in un’altra fase, la coalizione di destra è sicuramente la prima tra i vari poli, ed è anche  impossibile che si possa poi rompere per un accordo di centro tra Forza Italia e Pd (mancano i seggi per un Renzusconi, come ho scritto nel mio ultimo post). Per come si sono messe le cose il 4 marzo è un referendum sul “fascio-leghismo“.

Se vince, è ben diversa dai governi Berlusconi che abbiamo vissuto varie volte. E’ una destra in cui Lega e Fratelli d’Italia sommati han più voti di Berlusconi,

 » FONTE: Il Fatto Quotidiano – Leggi tutto >>